Festival Cultura Creativa 2016

“Abitare sottosopra. Scoprire e sperimentare come si sta dentro i luoghi, l’arte e le emozioni”
Dal 2 all’8 maggio torna la manifestazione per ragazzi organizzata dalle banche col coordinamento dell’Abi, per stimolare la creatività dei più giovani.
Oltre 80 eventi culturali in 50 città dal nord al sud d’Italia.
Nuovo appuntamento con il Festival della Cultura Creativa promosso dall’Abi e dalle banche per avvicinare alla cultura i giovani d’età compresa tra 6 e 13 anni, grazie a laboratori, iniziative ed eventi che spaziano tra arte, teatro, musica, tecnologie digitali e molto altro.
La manifestazione, che l’anno scorso ha coinvolto oltre 15 mila bambini e ragazzi, si svolgerà nella settimana che va dal 2 all’8 maggio.
I piccoli protagonisti del festival avranno l’occasione di sperimentare tutte le sfumature della loro creatività, conoscendo anche meglio le possibilità dei luoghi in cui vivono.
Per questa terza edizione della manifestazione è stato scelto come “fil rouge” delle iniziative il tema “Abitare sottosopra.
Scoprire e sperimentare come si sta dentro i luoghi, l’arte e le emozioni”.
L’obiettivo è invitare bambini e ragazzi ad ampliare il concetto di casa, per scoprire e sperimentare, con l’aiuto di operatori culturali specializzati, in che modo ogni persona e cosa vive, abita e si relaziona con tutto ciò che lo circonda, utilizzando le modalità più consone alla propria natura.
“Iniziative come il Festival della Cultura Creativa – ha detto il Presidente dell’Abi, Antonio Patuelli – puntano a valorizzare la creatività e il talento delle giovani generazioni attraverso la promozione dell’arte e della conoscenza.
Oggi più che in passato, il contributo delle banche alla cultura si focalizza sulla prima risorsa del Paese, ossia i giovani, per sollecitarne lo spirito critico, rendendoli così protagonisti della nostra società civile.
Sostenere la capacità creativa di bambini e ragazzi, significa aiutarli a mettere a frutto capacità, potenzialità e visoni innovative, strumenti indispensabili per costruire un futuro di crescita per loro stessi e per l’Italia”.
I laboratori e le altre attività proposte vedranno la partecipazione di rappresentanti delle banche e la collaborazione di scuole, musei, biblioteche e operatori culturali, a cui si aggiungerà quest’anno anche la Main Media Partnership della RAI e la Media Partnership del TGR.
Ad ulteriore testimonianza del valore educativo, sociale e culturale della manifestazione.
Tre appuntamenti, organizzati dall’Abi in collaborazione col Dipartimento educazione del Museo Castello di Rivoli, a Milano, Roma e Palermo, renderanno ancora più significativa la manifestazione di quest’anno:
– Mercoledì 4 maggio alla Triennale di Milano l’evento The Next Nest, in collaborazione con OfficineMultiplo. La mostra interdisciplinare e interattiva (a cura di Luca Berardo, Mario Cipriano, Francesca Di Noia, in collaborazione con Daniele Galliano e Ettore Balbo) rivolta a bambini e ai ragazzi, sarà correlata ad eventi e workshops aperti al pubblico. In questo contesto il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli porterà il progetto Abitanti, un vasto work in progress collettivo itinerante che parte dalla piazza intesa come Agorà (luogo dell’incontro e del confronto), per rimettere in gioco i concetti d’identità e differenza, incontro con l’altro, l’estraneo, strano in quanto straniero, lo sconosciuto proveniente da un altro mondo.
Venerdì 6 maggio, a Roma presso il teatro India, Abitare la fantasia, la creatività e l’arte, in collaborazione Associazione Aperta Parentesi e Artivazione e con RAM radioartemobile.
L’evento sarà l’occasione per proiettare il video “3domande3”, in cui artisti come Michelangelo Pistoletto, Achille Bonito Oliva, Hou Hanru, Tanino Liberatore, Pedro Cano, Max Casacci e molti altri, racconteranno la creatività dal loro punto di vista.
All’evento parteciperanno le scuole del territorio e gli adulti per un’esperienza laboratoriale che parte dalla visione e prosegue con un dibattito aperto sul tema dell’abitare la fantasia.
Un momento utile per le riflessioni sul tema della creatività e dell’abitare sottosopra, sarà la presentazione dell’Associazione Bancaria Italiana, dei libri illustrati del Festival della Cultura Creativa, L’alfabeto del mondo” e“Abitare sottosopra”, insieme a Patrizia Zerbi della casa editrice Carthusia e agli autori Eva Montanari, Sabina Colloredo e Valeria Petrone.
– Domenica 8 maggio a Castelbuono (Palermo) l’evento di chiusura del Festival Tappeto Volante
– il mondo e l’arte soprasotto/sottosopra, in collaborazione con Museo Civico di Castelbuono (PA), Ecomuseo Urbano del Mare Memoria Viva di Palermo, Accademia di Belle Arti di Palermo.
Il Tappeto Volante diventerà l’occasione per creare una prospettiva inedita, nel vedere il mondo.
Il tappeto è un intreccio di fili, trame che intessono storie, incontri tra le persone.
Intrecciare fili colorati equivale quindi ad intrecciare testi e narrazioni.
L’attività coinvolgerà mille studenti della scuola, dall’Infanzia alle Superiori oltre agli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Palermo.
Tutte le informazioni e i dettagli su eventi, città e sedi della manifestazione saranno disponibili sul sito www.festivalculturacreativa.it.

Abi festival della cultura 2016