Festival della ComunicazioneGiochi, laboratori, avvistamento cetacei:
le attività per bimbi e famiglie alla III edizione del Festival della Comunicazione
Camogli, 8 – 11 settembre 2016

Con un nutrito programma per tutte le fasce d’età, torna uno degli appuntamenti culturali più importanti e apprezzati in Italia: il Festival della Comunicazione, a Camogli da giovedì 8 a domenica 11 settembre (www.festivalcomunicazione.it).
La manifestazione, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e organizzata dal Comune di Camogli e da Frame, in collaborazione con la Regione Liguria.

Quattro giornate, ricche non solo di incontri, spettacoli e mostre, ma anche di laboratori, workshop e attività per bambini, ragazzi e famiglie, quest’anno dedicati al macrotema individuato da Umberto Eco: il world wide web.
Interverranno oltre 120 ospiti di grande prestigio, tra cui gli scrittori Claudio Magris, Massimo Gramellini, Paolo Giordano, Donato Carrisi, Alessia Gazzola; i giornalisti Piero Angela, Mario Calabresi, Federico Rampini, Beppe Severgnini, Marco Travaglio; la presidente della RAI Monica Maggioni; il filosofo Gianni Vattimo; il sociologo Evgenij Morozov; il car designer Chris Bangle; l’autore televisivo Carlo Freccero; il direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova Roberto Cingolani; gli youtuber Daniele Doesn’t Matter, Rick DuFer, The Pills; il fondatore di Eataly Oscar Farinetti; i blogger Matteo Bordone e Anna Venere, e moltissimi altri ancora.

Il pubblico più giovane sarà oggetto di un’attenzione particolare, con sei appuntamenti ideati appositamente per esplorare il mondo della natura e degli animali, dei videogiochi e dei robot, ovviamente in modo sempre dinamico e divertente.
ComunicAnimali (6-10 anni)
L’attività consta di una prima fase conoscitiva, nella quale i bambini, divisi in squadre per ambienti naturali, scopriranno quali animali popolano il Parco di Portofino partendo dal riconoscimento del loro verso. Nella seconda fase, più deduttiva, ogni gruppo dovrà stabilire se gli animali riconosciuti appartengono o meno all’ambiente assegnato al gruppo, sulla base dell’osservazione delle caratteristiche degli animali e dell’ambiente. I bambini coloreranno le sagome di alcuni animali per poi poterle nascondere nel proprio habitat naturale, appositamente ricreato, in maniera che scompaiano magicamente alla vista.
RisiKomunicazione a Portofino (8-12 anni)
Un risiko per ricreare le strategie di comunicazione al tempo della seconda guerra mondiale tra i boschi del Parco di Portofino. I soldati continuano a pattugliare il versante occidentale del Parco in cerca degli abitanti del luogo per sottrarre loro i beni di prima necessità come il carbone, l’acqua, il pesce e l’olio. I residenti, che portano avanti i mestieri antichi del monte, devono riuscire a nascondersi nella vegetazione per non farsi trovare dalle truppe.

Coderdojo (7-14 anni)
Per imparare a realizzare videogiochi attraverso l’impiego della piattaforma Scratch. In collaborazione con il Talent Garden di Genova.
Gioca e impara online (5-13 anni)
Un laboratorio multimediale per stimolare l’apprendimento in modo divertente attraverso attività coinvolgenti da svolgere on line. Un ambiente virtuale, un luogo di fantasia dove si potrà viaggiare alla ricerca di missioni segrete, giochi di logica e attività interattive. In collaborazione con FME Education.
Il gioco dell’equilibrio degli ecosistemi marini (8-13 anni)
I partecipanti potranno apprendere informazioni sulle condizioni che regolano gli equilibri naturali, con particolare riferimento agli ambienti marini. Il gioco dell’isola, il tappetone della biodiversità o il twister dei mestieri del mare: rispondendo alle domande su ambienti e animali, ci si potrà misurare con il proprio equilibrio in avvincenti sfide per acquisire un comportamento responsabile nei confronti dell’ambiente. In collaborazione con l’Acquario di Genova.

Bits&Chips (7-15 anni)
Anche i robot possono essere artisti… avete mai visto delle macchine “scribacchianti”?
Ognuna diversa e personalizzabile, tutte capaci di realizzare variopinti disegni astratti: un misto di meccanica, meccatronica, programmazione e tanta creatività.
Autonome ed erratiche, oppure programmabili e interattive, ci aiutano a capire i principi con cui vengono programmati i loro fratelli maggiori: i robot con cui un giorno condivideremo il nostro quotidiano.
Le attività saranno suddivise per fasce d’età: con i più piccoli (7-12 anni) si costruiranno i robot “artisti” a partire da semplici componenti (batterie, motori), mentre con i più grandi (+ 12 anni) verrà introdotto qualche elemento di interattività e programmazione (con Scratch) usando anche altri robot, pre-costruiti, che i ragazzi avranno l’opportunità di programmare.
In collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova.

Un’idea per tutta la famiglia possono essere le escursioni alla scoperta del patrimonio naturale dell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino e del Monte di Portofino.
Oltre alla consueta uscita in mare aperto per avvistare i cetacei e conoscere la vita subacquea, quest’anno c’è la possibilità di partecipare a un giro in barca in notturna per osservare il cielo stellato dall’oscurità di Cala dell’Oro e imparare a riconoscere il cosiddetto triangolo estivo.
Grazie alla collaborazione con l’Acquario di Genova, durante un’escursione in barca, sarà anche possibile esplorare virtualmente gli abissi marini.
Indossando i Cardboard VR, visori di realtà virtuale, i partecipanti effettueranno un viaggio nelle profondità marine per conoscere da vicino le specie che popolano il mare.
Tutte le iniziative del Festival sono gratuite e aperte al pubblico fino a esaurimento posti.
Sarà possibile prenotare online l’accesso agli eventi a partire dalla fine di agosto.
Informazioni: www.festivalcomunicazione.it