gynefam cucinare in gravidanza

Su Gynefam.it: le ricette adatte alle future mamme per piatti ricchi di acido folico, ferro, calcio e Omega 3.
È online l’iniziativa di Gynefam Folic, il nuovo integratore per la gravidanza con la forma attiva dell’acido folico, per imparare a cucinare i piatti più adatti durante i nove mesi, pensati da una nutrizionista, esperta in nutrizione e gravidanza, e realizzati da una food blogger
Gynefam Folic, il primo integratore multivitaminico e multiminerale per la gravidanza di Effik, con la forma attiva dell’acido folico, ha lanciato online e sulla pagina Facebook il progetto “Cucinare in gravidanza” per aiutare le donne in dolce attesa a mangiare in modo sano ed equilibrato, senza rinunciare al gusto, con un’attenzione particolare a quei nutrienti il cui fabbisogno cambia con il sopraggiungere della gravidanza.

Le future mamme collegandosi al sito www.gynefam.it, sezione “Cucinare in gravidanza”, oppure seguendo la pagina Facebook Gynefam, potranno conoscere le ricette adatte durante la dolce attesa, appositamente studiate dalla nutrizionista Angela Spadafranca, Biologa e Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Responsabile del progetto NutriMamma presso l’Università degli Studi di Milano, e create in modo gustoso da Cinzia Valenti, food blogger del sito “Piatti semplici di Nonna Graziella”.

“Cucinare in gravidanza” di Gynefam Folic non propone soltanto delle ricette, ma suggerisce accorgimenti utili per ottimizzare l’apporto e la biodisponibilità di nutrienti preziosi in gravidanza quali ferro, calcio, acido folico e DHA.
I metodi di cottura o l’associazione tra certi alimenti possono, infatti, fare la differenza: ad esempio l’acido folico è altamente termolabile e durante la cottura se ne disperde il 50%, per questo è consigliabile la cottura al vapore, perché più conservativa, altro consiglio per migliorare l’apporto nutrizionale è il recupero dell’acqua di cottura.
Ulteriore esempio è dato dal ferro presente in alimenti di origine vegetale quali, ad esempio, le verdure a foglia larga oppure i legumi: la biodisponibilità del ferro, contenuto in questi alimenti, può essere migliorata se si accompagna il piatto con una fonte di antiossidanti come ad esempio del succo di limone o una spremuta d’arancia.
Il progetto è stato realizzato in occasione del lancio del nuovo Gynefam Folic di Effik, azienda fortemente specializzata sulla salute della Donna.
Gynefam Folic è l’innovativo integratore per la gravidanza perché, contiene il Quatrefolic®, ovvero la forma già attiva dell’acido folico, cioè immediatamente e totalmente disponibile dall’organismo, che garantisce costantemente i processi di crescita cellulare e tissutale sia nella mamma sia nel bambino.
Gynefam Folic contiene anche le dosi raccomandate dei principali oligoelementi e vitamine necessari in gravidanza: vitamine del gruppo B, vitamina D, iodio, ferro, fluoro, selenio, rame, zinco, magnesio, calcio ed omega 3 più comunemente conosciute come DHA.
Il servizio “Cucinare in gravidanza” suggerisce 3 tipologie di ricette: primi piatti, secondi piatti e merende.
I piatti oltre a soffermarsi sui nutrienti importanti in gravidanza, prestano molta attenzione alla composizione bilanciata del pasto: sono stati suggeriti piatti unici e consigliate associazioni con altri alimenti di accompagnamento, facendo in modo che l’apporto calorico di un pasto copra il 30-40 % del fabbisogno calorico giornaliero della donna in gravidanza, cioè la quota raccomandata per un pasto principale della giornata.

La nutrizionista Angela Spadafranca, che ha curato il servizio lanciato da Effik, afferma: “Molte donne in gravidanza mi chiedono informazioni nutrizionali perché è sempre più diffusa tra le donne in gravidanza la consapevolezza che una scorretta alimentazione possa avere degli effetti negativi sugli esiti gravidici e sulla salute del bambino stesso.
Una mamma che mangia bene e che ha un adeguato incremento del peso in gravidanza ha un minore rischio di diabete gestazionale, ipertensione gravidica e preeclampsia e condiziona favorevolmente l’assetto metabolico del bambino e la sua salute da adulto.
Per la food blogger Cinzia Valenti, de “I piatti semplici di nonna Graziella”, “Cucinare in gravidanza” è stata un’esperienza importante: “nella mia esperienza di cuoca amatoriale presto molta attenzione a realizzare una cucina sana, utilizzando ad esempio farine integrali e piatti ricchi di verdura e frutta.
Nelle realizzazione del progetto “Cucinare in gravidanza” abbiamo prestato ancora più attenzione agli ingredienti e a come abbinarli tra loro.
Abbiamo cercato, ad esempio, di ridurre il sale, utilizzando ingredienti alternativi già saporiti, come la robiola o i pomodori secchi.
“Cucinare in gravidanza” è stata sicuramente una crescita per il mio vissuto di food blogger”.
La ginecologa Elena Casolati, della Direzione Medica di Effik, afferma: “Mangiare in modo equilibrato e completo in gravidanza è un ottimo strumento per prendersi cura della propria salute, ma l’integrazione dei principali nutrienti rimane assolutamente altamente raccomandata in gravidanza.
Ad esempio l’acido folico contenuto nelle verdure fresche per poter svolgere la sua funzione deve essere assorbito e metabolizzato, ma causa di cottura di cibi o interazione con determinati elementi (altri farmaci, alimenti o bevande) può essere degradato o assorbito in maniera ridotta.”