Valentina Pietrantoni maschio o femminaVuoi un maschio o una femmina? Ora puoi decidere tu!
Esistono metodi esclusivamente naturali che permettono di predeterminare il sesso dei futuri figli in maniera gratuita, naturale e soprattutto sicura per la salute. Si può arrivare fino a 80-85% di probabilità di avere sia un maschio che una femmina.

È da tutta la vita che le persone si chiedono se esiste un modo per poter scegliere il sesso dei propri figli.
Adesso si può davvero e non è affatto così difficile come si possa pensare.
Tutto questo è descritto in un libro: “Maschio o Femmina? Decidi tu!” di Armando Editore e scritto dalla dr.ssa Valentina Pietrantoni, laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche all’Università degli Studi di Padova e con esperienze lavorative in biotecnologie all’istituto C.R.I.B.I. di Padova e in un laboratorio di dermatologia alla Harvard Medical School di Boston (MA) .
I primi studi erano stati sviluppati solamente per evitare malattie genetiche legate ad un particolare gene sessuale, come l’emofilia.
Con il progredire degli studi alcuni scienziati sono riusciti a capire che ci sono delle sostanziali differenze negli spermatozoi e, proprio in base a queste differenze fisiche, sono nate delle teorie che descrivono una possibilità di aumentare la probabilità di avere il sesso desiderato del bebè addirittura fino ad un 80-85%.
Il gene che determina il sesso è contenuto negli spermatozoi.
Questi ultimi sono di due tipi: portatori dei cromosomi XX che quindi daranno vita ad una femmina e portatori dei cromosomi XY che invece daranno vita ad un maschio.
Tra questi due tipi di spermatozoi, maschili e femminili, ci sono delle ben precise differenze fisiche in base alle quali la donna può facilmente preselezionare il sesso del bebè concependolo in momenti diversi e soprattutto molto specifici del suo periodo di ovulazione.
Sono tutti metodi assolutamente naturali, per nulla invasivi né nocivi per la salute e funzionano ugualmente bene sia con cicli regolari che irregolari.
La donna deve studiare il proprio ciclo mestruale e i cambiamenti che avvengono ogni mese, osservando le variazioni di alcuni parametri durante i periodi di fertilità.
È fondamentale conoscere i giorni esatti dell’ovulazione per poter calcolare esattamente il giorno giusto del concepimento che servirà per poter scegliere il sesso del bebè.
Per aumentare ancora di più la probabilità di concepire un maschio o una femmina si deve far variare di pochissimo il pH interno della donna, e per far questo ci sono dei procedimenti da seguire come degli elenchi molto lunghi e completi di cibi acidi o di cibi basici che servono per preparare il corpo femminile alla scelta del sesso desiderato, delle lavande vaginali che si preparano facilmente a casa e delle posizioni sessuali da assumere durante il rapporto sessuale che favoriscono la sopravvivenza degli spermatozoi maschili o femminili, a seconda del valore di pH raggiunto nell’apparato riproduttivo femminile.
Infatti i due tipi di spermatozoi hanno una diversa sensibilità e resistenza ai cambiamenti di valore del pH e precisamente in ambiente più acido saranno favoriti i femminili a discapito dei maschili mentre in ambiente meno acido il contrario.
Tutte queste tecniche sono estremamente sicure per la salute sia della donna che del futuro bebè e non vi è nulla né di chimico né di farmacologico da assumere.
Basta solo essere precise e metodiche, non avere fretta e soprattutto essere motivate, perché questo renderà molto più facile applicare i metodi.
In questo libro vengono descritte le conclusioni di tutti i metodi e le tecniche studiate fino ad ora in tutto il mondo.
È possibile anche consultare il blog maschiofemmina.blogspot.com.
Scegliere il sesso del futuro bebè quindi ora si può fare, senza andare in una clinica ma in maniera naturale e restando a casa propria.