PIDOX di HAIRMED per la prevenzione e il trattamento della pediculosi

PIDOX di HAIRMED, prevenzione e trattamento della pediculosi con Dimethicone, oli essenziali e Tea Tree oil, da fine agosto nei Saloni di Acconciatura e su hairmed.it Pediculosi L’istituto Superiore di Sanità dice che: 1 bambino su 2, fra i 3 e i 14 anni almeno una volta all’anno ha i pidocchi (3,4 milioni di bambini). La madre e i fratelli sono esposti al rischio di infestazione (contatto con i capelli dell’infestato). Un problema in tutte le stagioni, a scuola, in vacanza e nella vita in comunità. PIDOX senza alcuna limitazione d’uso, ogni volta che serve Completamente atossico Efficacia continua...

Leggi tutto…

I bambini e il sole

Il sole è amico dei bambini e i suoi effetti benefici sono molteplici. L’esposizione al sole migliora il tono dell’umore, stimolando la produzione di alcuni neurotrasmettitori; attiva la vitamina D, indispensabile per una corretta crescita delle ossa, per un sano sviluppo dei muscoli e per un corretto funzionamento del sistema immunitario; svolge un effetto curativo su alcune malattie cutanee, come ad esempio la dermatite atopica, che, con l’esposizione al sole delle vacanze estive, regredisce nel 90% dei casi. Ma un’eccessiva dose di raggi solari può far male ed arrecare importanti danni. Questi sono provocati soprattutto dalle scottature, che possono...

Leggi tutto…

Dermatite atopica

Come tenere i sintomi sotto controllo Gli aspetti più importanti della prevenzione delle recidive nella  dermatite atopica sono il controllo  del prurito tramite emollienti specifici e l’uso dei probiotici con Lactobacillus rhamnosus GG Le allergie infantili sono in forte aumento tanto che 1 bimbo su 4 ne è colpito in età prescolare. Tra le manifestazioni più diffuse la rinite allergica interessa il 25% dei bambini seguita  dall’asma nel 10% dei casi e dalle allergie  alimentari nel 3% nei primi 2 anni. Ma il vero flagello per i nuovi nati è rappresentato dalla dermatite atopica che, negli  ultimi anni, ha...

Leggi tutto…

La diagnosi di rosolia

La rosolia contagiosa da circa una settimana prima della comparsa dell’eruzione cutanea a circa 4 giorni dopo la scomparsa della stessa. Prima dell’introduzione del vaccino le epidemie di rosolia erano molto frequenti, l’80% della popolazione contraeva la malattia prima dei 20 anni e non erano rari gli aborti dovuti alla sindrome da rosolia congenita. La rosolia, nota anche come rubella o terza malattia è una malattia esantematica trasmessa dal rubella virus, un rubivirus appartenente alla famiglia dei togavirus, in grado di infettare solo gli esseri umani e non gli altri esseri viventi. Viene contratta tramite il contatto interumano (es....

Leggi tutto…

Le macchie della gravidanza

Il cloasma può insorgere in tutte quelle situazioni di dominanza estrogenica Il cloasma o melasma è una melanosi acquisita che si presenta al viso con chiazze scure e interessa quasi esclusivamente le donne. Per questo motivo un tempo esso veniva chiamato cloasma uterinum. Il termine cloasma (dal greco χλόασμα = diventare verdi) è utilizzato comunemente come sinonimo di melasma (dal greco μέλασμα = diventare neri). Si presenta come una pigmentazione circoscritta, dovuta ad un eccesso di melanina nell’epidermide (cloasma superficiale), nel derma (cloasma profondo) o in entrambi i distretti (cloasma misto). Circa il 20% delle donne che assumono contraccettivi...

Leggi tutto…

Orticaria papulosa nei bambini

In età pediatrica si presenta con papule orticarioidi molto pruriginose Sono stati riscontrati anticorpi diretti contro le proteine della saliva degli insetti, aumento delle IgE totali e alterata produzione di interleuchine IL6 e IL10 da parte delle cellule dendritiche L’orticaria papulosa o strofulo è una dermatite caratterizzata da papule orticarioidi e pruriginose ed è dovuta ad una risposta eccessiva della pelle, al contatto con i comuni insetti. Si localizza più spesso al tronco e agli arti ed è abbastanza comune sia nei bambini (strofulo), che negli adulti. Quando la reazione è molto intensa al posto della papula si possono...

Leggi tutto…

Le cause di intertrigine nel bambino

Di frequente riscontro in età pediatrica e non sempre sono semplici micosi Può interessare sia le grandi pieghe (inguine, ascelle, glutei), che le piccole pieghe (solco retroauricolare, spazi interdigitali, ombelico, pieghe di flessione del gomito e cavo popliteo). Il termine intertrigine, viene utilizzato in dermatologia per indicare quei fenomeni infiammatori localizzati a livello delle pieghe cutanee del bambino (dal latino inter terere ginis che significa ”sfregamento”). Questo processo infiammatorio insorge infatti nelle aree di maggiore sfregamento tra superfici cutanee contigue e può rappresentare terreno fertile per eventuali sovrinfezioni da lieviti, dermatofiti, muffe o batteri, che sono quasi sempre la...

Leggi tutto…

Dermatite da pannolino: il dermatologo risponde

L’area del pannolino può essere interessata da svariate patologie dermatologiche infettive e non infettive. Se la dermatite da pannolino non regredisce nel giro di alcuni giorni, è importante informare il medico ed evitare di applicare creme fai da te, che in alcuni casi, possono contribuire a mantenere l’ambiente caldo umido e predisporre ad eventuali sovrinfezioni microbiche. Il termine dermatite da pannolino è utilizzato in dermatologia pediatrica per indicare complessivamente tutte quelle patologie dermatologiche che possono interessare i glutei, l’inguine e l’area anogenitale a contatto con il pannolino (es. eczema irritativo da contatto, eczema allergico da contatto, psoriasi, dermatite seborroica,...

Leggi tutto…

Il bambino che viaggia: un vademecum per la famiglia

Il Prof. Alberto Ugazio – Presidente SIP – presenta uno dei punti fondamentali che verranno trattati nel Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria del prossimo autunno a Roma Nell’ambito del programma di costante sviluppo e crescita della Società Italiana di Pediatria, voluto dal suo Presidente Professor Alberto Ugazio e dal Direttivo, di cui uno dei primi passi sarà il prossimo Congresso Nazionale del 20/23 ottobre a Roma, si cerca, in vista delle partenze estive, di fare un punto sulle buone regole per il viaggio dei bambini e delle loro famiglie. Negli ultimi anni si è assistito a un...

Leggi tutto…

Le malattie esantematiche nel bambino

Con le vaccinazioni di massa si assiste attualmente ad un aumento relativo delle malattie esantematiche meno note. Il termine esantema deriva dal greco (= sbocciare) e viene utilizzato per indicare un vasto gruppo di eruzioni cutanee, che in età pediatrica prendono il nome di malattie esantematiche. Il Morbillo (prima malattia) è causato dal paramyxovirus ed è molto contagioso. Dopo un’incubazione di circa 2 settimane, inizia il cosiddetto periodo pre-esantematico, caratterizzato da febbre alta, raffreddore e congiuntivite. Dopo qualche giorno inizia a presentarsi l’eruzione cutanea (esantema rosso vivo), che inizia al viso per poi interessare in poche ore tutto il...

Leggi tutto…

Eczema nel bambino

La terapia dell’eczema in età pediatrica dipende dalle aree interessate e dalla variante clinica. Il termine eczema deriva dal greco (= gonfiarsi formando bolle) e viene utilizzato per indicare un vasto gruppo di dermatiti pruriginose a decorso acuto o cronico. Gli eczemi sono l’espressione di una risposta cutanea eccessiva nei confronti di stimoli endogeni o esogeni. In età pediatrica gli eczemi più frequenti comprendono la dermatite atopica (eczema atopico), la dermatite da contatto irritante (DIC), la dermatite allergica da contatto (DAC), la dermatite allergica da contatto aerotrasmessa (airborn dermatitis) e la fitofotodermatite da contatto. Gli eczemi nel bambino possono presentarsi...

Leggi tutto…

Le micosi nei bambini

La pelle dei bambini è molto delicata e facilmente soggetta a micosi. Molto importante è la prevenzione. Le micosi cutanee sono infezioni abbastanza comuni nei bambini e sono causate da microrganismi chiamati miceti o più comunemente funghi. Non tutti i funghi sono però nostri nemici, solo alcuni infatti si comportano come veri patogeni. Molti funghi vivono pacificamente sulla nostra pelle, senza arrecare danno, essi approfittano di un calo transitorio delle difese immunitarie, di alcune condizioni predisponenti (es. diabete, obesità, etc) o dell’assunzione protratta di alcuni farmaci (es. antibiotici), per scatenare una patologia. La Candida, ad esempio, è normalmente presente...

Leggi tutto…

Se non hai trovato quello che cerchi, puoi provare ancora:

Oppure puoi segnalarlo,
compilando il form a lato, grazie!

14 + 13 =