TelethonGli auguri di Telethon a tutti i bambini italiani
La Fondazione Telethon, da anni impegnata anche tra le aule scolastiche per sensibilizzare studenti, insegnanti e genitori sull’importanza della ricerca scientifica, ha voluto, attraverso il video “Andare lontano”, augurare a tutti i bambini italiani un buon rientro a scuola, ricordando che molti tra questi vivono gravi disabilità a causa di una malattia rara.

La Fondazione Telethon lavora ogni giorno perché “tutti i bambini possano andare lontano”: è questo il messaggio che chiude il video “Andare lontano”, con cui Fondazione Telethon vuole augurare un buon anno scolastico agli studenti italiani e alle loro famiglie.
Secondo dati recenti, 7.800.000 bambini rientreranno in classe e di questi più di 210.000 sono disabili o affetti da malattie genetiche rare e invalidanti che rendono difficili le normali attività quotidiane.
A tutti questi bambini e alle loro famiglie Telethon vuole fare un augurio speciale per il nuovo anno scolastico: il video “Andare lontano”, diffuso sui canali social della Fondazione con l’hashtag #andarelontano, racconta l’importanza del primo giorno di scuola per gli alunni, ma anche per i genitori, che vivranno il naturale distacco dai loro figli che iniziano ad essere sempre più indipendenti.
Un momento che per i bambini malati e le loro famiglie è più complicato.
Nel video si vedono anche Uma, 5 anni, di Roma, con la sindrome di Phelan Mc Dermid, mentre si prepara e va a scuola accompagnata dalla mamma.
Giammaria, 5 anni, di Roma, affetto da sma II, mentre si dedica alla pittura, e Gabriele, 7 anni, di Acerra, affetto da sma II, che fa acquisti per la scuola con la sua famiglia.

Per vedere il video clicca sulla foto

Telethon buon rientro a scuola

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesca Pasinelli, direttore generale di Telethon, sottolinea: “Le famiglie Telethon hanno una sfida quotidiana che è rappresentata dalle malattie genetiche rare e noi siamo con loro facendo la nostra parte con la ricerca, ma siamo con loro anche nel vivere i piccoli e grandi passi della vita.
Per i genitori dei bambini affetti da una malattia genetica l’ingresso nel mondo della scuola rappresenta una grande conquista, ma anche, spesso, una fonte di preoccupazione, un’altra cosa su cui vigilare.”
L’obiettivo dei progetti di Telethon è sensibilizzare studenti e famiglie sul tema dell’inclusione scolastica dei bambini malati per favorirne l’integrazione, sull’importanza della ricerca scientifica, sul valore della persona al di là delle sue capacità mentali o fisiche.
Grazie ad una collaborazione decennale, sancita da un protocollo di intesa con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) firmato nel 2009 e rinnovato nel 2012, Telethon coinvolge ogni anno alunni, genitori e docenti con progetti focalizzati sul tema delle malattie genetiche, sul sostegno alla ricerca e sulla solidarietà.
Nell’anno scolastico 2014/15, Telethon ha contattato 5200 scuole italiane e oltre 1500 istituti hanno sostenuto la sua missione aderendo alle proposte della Fondazione.
Per il nuovo anno scolastico sono già stati contattati circa 6000 istituti.

I progetti educativi Telethon per le scuole
Anche quest’anno, Telethon consiglia delle proposte didattiche che rientrano nell’accordo col Miur:
– nelle scuole primarie, il kit didattico “Insieme più speciali” che contiene un volume illustrato, una guida dettagliata per gli insegnanti e dei materiali per l’animazione in classe.
Il racconto, scritto da beatrice Masini per la Fondazione Telethon e illustrato da Annalisa Beghelli, vuole trasmettere agli alunni valori universali come la solidarietà e il rispetto per gli altri.
Il kit è stato realizzato da Telethon in collaborazione con Carthusia, casa editrice specializzata nella realizzazione di libri e campagne educative di comunicazione e di sensibilizzazione rivolte a bambini, ragazzi, scuole e famiglie su tematiche sociali.
Sul sito telethon.it/scuole è disponibile la versione digitale scaricabile gratuitamente;
– per le scuole secondarie, il kit multimediale “Tutti a scuola”, attraverso il quale gli studenti sono invitati a scoprire come personaggi famosi del mondo dello sport e del cinema o protagonisti di film, libri e canzoni siano o siano stati affetti da una malattia genetica.
Dopo la visione dei materiali, gli studenti possono raccontare una storia legata al tema delle malattie genetiche attraverso uno scritto o un contributo video, che verrà poi pubblicato sui canali social della Fondazione Telethon;
– per le scuole secondarie di II grado, Telethon propone il progetto “Il ricercatore entra in classe”, volto all’orientamento alla scelta delle facoltà scientifiche, grazie all’incontro a scuola e, successivamente, in laboratorio con un ricercatore;
– in tutte le scuole, il kit “Le scuole del cuore”, che prevede di allestire un banchetto e distribuire il cuore di cioccolato Telethon, e il kit “Festeggia con Telethon” che contiene il materiale necessario per organizzare feste, banchetti e mercatini in favore della Fondazione.