Le storie, i colori e le illustrazioni contenute nei libri non devono avere confini: i tesori che contengono devono poter essere accessibili a tutti, soprattutto ai più piccoli, a chi ha disabilità o difficoltà di comunicazione o è di recente immigrazione.

Parte da qui la quarta edizione di A BI BOOK, l’iniziativa dedicata alla lettura per l’infanzia che contaminerà il centro di Brescia dal 4 al 17 giugno prossimi. Dedicata quest’anno al tema dell’inclusione e ai libri senza barriere, proporrà più di venticinque appuntamenti in quindici giorni tra conferenze, mostre, letture e laboratori con proposte di qualità e libri sempre più accessibili.

Organizzato dalle società cooperative onlus Co.librì, Zeroventi e Abibook, in sinergia con il Comune di Brescia, il Festival A BI BOOK è diventato ormai un appuntamento fisso per i piccoli lettori.
Tante anche quest’anno le associazioni, le istituzioni e i privati partner della manifestazione: dalla collaborazione tra RBBC – Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese, IAL Lombardia di Brescia, La Vetrina, esperienza di valorizzazione della lettura per l’infanzia e centro di documentazione unico in Italia, alla Rete Bibliotecaria Scolastica Lib(e)ri Libri e all’Associazione Montessori Brescia. Senza dimenticare le case editrici per l’infanzia: Uovonero, Fatatrac, Edizioni EL, Panini e Lapis, e il Nido Nuovo Mondo e l’Atelier il Gioco del dipingere. A BI BOOK ha ottenuto anche quest’anno il patrocinio della Provincia di Brescia, e delle più rappresentative associazioni del settore, come Nati per Leggere Lombardia, AIB – Associazione Italiana Biblioteche, lBBY – International Board on Books for Young People, sez. Italia.

Diverse le novità di quest’anno: A BI BOOK amplia infatti i suoi confini e va a toccare per la sua quarta edizione non solo la prima infanzia – che rimane il cuore pulsante della manifestazione – ma anche la scuola primaria: “Ci mettiamo alla prova su un aspetto diverso – spiega Luigi Paladin, direttore artistico del festival – da una parte l’evento si sposta a giugno: in un momento in cui è ancora possibile attrarre i piccoli studenti prima delle vacanze estive. E dall’altra, per la prima volta, A BI BOOK si estende ai bambini un po’ più grandi, quelli che frequentano le scuole primarie”.
Come sempre tanti i momenti da segnare in agenda.

Il 4 giugno presso lo IAL Lombardia (Via Castellini, 7), ad aprire A BI BOOK sarà il Convegno che dà il nome al festival di quest’anno “Libri senza Barriere”, dove verranno presentati non solo esempi di scuole inclusive, ma anche di libri inclusivi: tra cui Oplà dai vieni qua di Co.libri e Uovonero nella nuova versione in simboli CAA (Comunicazione Aumentativa e Alternativa) e Fortunella: storia di una zebra “a pois”, un percorso espressivo tra condivisione e inclusione nell’ambito della disabilità grave, senza dimenticare La notte stellata la divido con te, il lavoro nato all’interno della Casa Circondariale “Nerio Fischione” di Canton Mombello di Brescia.

Il 9 giugno invece sarà la volta dell’evento di Nati per leggere dal titolo “Una guida per genitori e futuri lettori” con la presentazione della sesta edizione della Bibliografia nazionale di Nati per leggere, un convegno questo che sarà immerso nel verde di Cascina Maggia.

Per sabato 16 giugno invece è previsto un corso di formazione sull’alimentazione in collaborazione con Asilo Nuovo Mondo e la presenza della psicologa Marzia Sgambelluri. Tornano a grande richiesta – sabato 16 e domenica 17 giugno – le passeggiate letterarie per Brescia per bambini dai 4 agli 8 anni.

Per tutta la durata del festival sarà poi presente all’esterno della Nuova Libreria Rinascita l’ABICAR LIBRI…e la storia cominciò”, novità di quest’anno, una piccola biblioteca itinerante con 120 libri sulla diversità per favorire l’inclusione sociale e culturale.

INFO, PROGRAMMA DETTAGLIATO E CONTATTI:
www.festivalabibook.it • info@festivalabibook.it • Direttore Artistico: Luigi Paladin