La psicomotricità funzionale in aiuto alle famiglie adottive

Un sostegno concreto alle famiglie adottive I primi approcci alla psicomotricità avvengono in Francia, nel 1880 ad opera di Mira Stanback. Successivamente altri studiosi, vi si interessano, ognuno apportando il proprio contributo personale. L’idea innovativa che spinge Jean Le Boulch (1924-2001), è quella che la psicomotricità funzionale,metodologia con basi scientifiche da lui ideata, deve garantire alle persone, di qualsiasi età, una possibilità di sviluppo, inteso come sostegno ed aiuto nella ricerca del proprio benessere psico fisico. Da qui si comprende bene che essa può aiutare non solo il bambino adottato, ma anche i due “nuovi genitori” che accolgono il...

Leggi tutto…