Le vacanze al mare, si sa, sono attese per gran parte dell’anno.
Ci si può finalmente riposare, svagare, prendere un bel colorito, ma è anche l’occasione ideale per fare un vero e proprio “bagno di salute”.

vitaminD

 

Con l’arrivo dell’estate si cambia abbigliamento e spesso accade che ci si renda conto che gli indumenti dell’estate scorsa non ci entrano più così facilmente.
La maglietta mette troppo in evidenza curve poco gradite, il pantalone non si chiude ed ecco la constatazione: quest’inverno abbiamo preso qualche chilo di troppo.

Niente paura il caldo e la bella stagione favoriscono le buone abitudini e tornare in forma non è così difficile. In inverno è noto che il freddo, a causa della maggiore dispersione termica del corpo, richiede più energia per mantenere la temperatura a 36-37 gradi.

Tale richiesta provoca la fame e spesso accade che non si mangi solo quanto è necessario per l’energia che il nostro corpo richiede, ma molto di più. In estate, invece, con le alte temperature generalmente l’appetito cala, l’estate porta con sé maggiori varietà di frutta e verdura, pesce, oltre ai sempre presenti latte e latticini, alimenti che apportano nutrienti ad alto valore antiossidante e protettivo come le vitamine, i minerali e i grassi polinsaturi e monoinsaturi. Durante le vacanze, anche se ci concediamo qualche pranzetto o cenetta abbondante, si usa stare tra amici anche con frullati di frutta fresca, bevande analcoliche e non zuccherate; al mare possiamo scegliere pesce al forno o alla griglia invece che intingoli ricchi di condimento.

Con il bel tempo si ricomincia ad usare la bicicletta, ad andare a piedi e si fanno più volentieri lunghe passeggiate, quindi si consumano più calorie. Alcuni pensano che facendo attività fisica però la fame aumenti e che quindi si corra il rischio di mangiare di più di quanto si è consumato.

Non è proprio così, se l’attività fisica viene fatta in modo costante e regolare e con la giusta intensità, non solo può aiutare ad eliminare i grassi accumulati, ma fa diminuire la fame, ne consegue che sia più facile perdere peso e soprattutto rinforzare i muscoli e tenere attivo il metabolismo con il giusto bilancio energetico. Con l’arrivo della bella stagione pensiamo subito all’abbronzatura, ma per la nostra salute il sole significa soprattutto vitamina D.
Questa vitamina svolge importanti funzioni che vanno dalla formazione delle ossa alla prevenzione dei tumori. Esponendosi al sole la nostra pelle sintetizza la vitamina D, il sole però va “dosato”, cioè restare al sole senza protezione per circa 10 o 15 minuti è sufficiente per attivare la sintesi ma, attenzione, una maggiore permanenza senza protezione può danneggiare la pelle.
Troppa esposizione ai raggi UV provoca scottature e aumenta il rischio di contrarre i tumori della pelle ma anche, più semplicemente, procura inestetismi come quelle piccole e fitte rughette che possono formarsi anche in età giovanile.

L’alimentazione è fondamentale, è opportuno assumere con maggiori quantità antiossidanti e nutrienti protettivi, come il pesce, che secondo le linee guida dovrebbe essere assunto 3 volte a settimana, preferendo pesci azzurri e grassi, senza paura d’ingrassare, perché contengono più omega 3, grassi polinsaturi con un alto potere protettivo. Mangiare almeno 3 frutti al giorno (anche frullati, ma bevuti appena preparati per evitare che si ossidino alcune vitamine).
Importante è variare i colori della frutta anche ogni giorno (giallo, verde, rosso, viola blu) e consumare frutta anche per gli spuntini o le merende oltre i 3 frutti raccomandati.
Consumare verdura fresca quotidianamente, anche per le verdure, variare i colori e sgranocchiare carote, sedano e finocchio come spuntini o spezza fame e ogni giorno bere 2 litri di acqua, dosando la quantità durante la giornata anche se non si ha sete.
Se non siete prontissimi per la “prova costume” non vi sarà difficile perdere qualche chilo se oltre ad adottare l’alimentazione di cui sopra coglierete l’occasione per muovervi di più.