bambini in viaggioA children’s tour la vacanza è formato bambino
Ritorna a ModenaFiere il salone delle vacanze 0-14.
Dal 18 al 20 marzo si parlerà di viaggi per i più piccoli, di turismo formato famiglia e di turismo scolastico: moltissime le proposte, per tutte le tasche.
Oltre 150 espositori, decine di appuntamenti per gli operatori e i dati dell’Osservatorio Nazionale sul turismo 0-14.
Si chiamano mini-vacanze e sono sempre più diffuse, ma non si tratta di ferie brevi.
Sono i piccoli turisti ad aumentare, intesi come bambini e ragazzi in viaggio da soli, senza mamma e papà.
La verità sta tutta nelle statistiche.
I genitori fanno vacanze sempre più brevi – 15 giorni al massimo, anche le famiglie sono sempre più “ristrette”, con nonni e parenti magari lontani.
Ecco allora che in Italia prende piede un mercato del turismo fino a qualche anno fa relegato nell’immagine sbiadita delle vecchie “colonie estive”.
Secondo l’Istat, infatti, sono proprio loro gli individui che viaggiano di più: ogni anno oltre il 60% dei bambini 0-14 anni effettua almeno una vacanza.
Mini-vacanze crescono, dunque.
E la richiesta di tour, villaggi, campeggi e campi scuola riservati ai soli bambini è diventata così estesa da portare alla nascita di una fiera dedicata, che si ripete ormai da 8 anni.
La novità dell’edizione 2011 è un nuovo padiglione interamente dedicato alle vacanze “verdi”, un settore in espansione. Nei primi nove mesi del 2009, l’anno della profonda crisi, in Italia sono stati venduti oltre 11 milioni di biglietti per parchi naturali, parchi avventura e parchi divertimento, cioè 500 mila in più rispetto allo stesso periodo del 2008, per un fatturato complessivo di 177mln e 300mila euro (Adnkronos).
Per questo a Children’s Tour non poteva mancare un’attenzione particolare a questo tema: qui ci saranno anche fattorie didattiche, agriturismo e tutte le proposte per le vacanze a contatto con la natura.

 
Ma l’edizione 2011 di Children´s Tour è ricca anche di nuovi contenuti: verranno presentati i dati dell’Osservatorio Nazionale sul turismo giovanile, che punta a tracciare il profilo del segmento, a definirne le tendenze e le esigenze, a concepire le più efficaci strategie per sviluppare il settore del turismo 0-14.
Fra le regioni italiane che hanno aderito alla manifestazione, non manca naturalmente l’Emilia Romagna, con le sue Unioni di Prodotto e le catene di alberghi specializzati nell’ospitalità a misura di bambino.
C’è poi il Trentino Alto Adige, la cui consolidata tradizione turistica ha da sempre un’attenzione particolare ai piccoli ospiti.
Anche Piemonte, Molise, Abruzzo, Umbria e diversi consorzi APT provenienti da Friuli, Veneto e Toscana saranno presenti con novità e varie proposte di vacanza pensate per i bambini e le loro famiglie.
Children’s Tour rappresenta così una preziosa occasione di incontro e di confronto tra esperienze turistiche rivolte ai ragazzi e alle famiglie nell’ottica di un approfondimento e di un avvicinamento dei bambini alle tematiche legate al territorio e all’ambiente.
Inoltre, all’interno dell’esposizione, mamma e papà potranno trovare una nuovissima area dedicata ai siti e ai portali del mondo junior per parlare di viaggi, eventi, educazione e salute.
Non mancherà un occhio di riguardo per il mondo della scuola, della salute e dello sport a cui saranno dedicati momenti specifici con workshop, convegni e incontri.
Infoline: Studio lobo, tel. 0522/631042
www.childrenstour.it