mariangela picardiHai bisogno di un po’ di relax? Muoviti!
Pesantezza, tensione e dolori muscolari sono fastidi che le donne in gravidanza conoscono molto bene. A causarli sono l’aumento di peso, la crescita graduale del pancione ed i cambiamenti fisici ed ormonali tipici dei nove mesi. Problemi inevitabili, che però si possono alleviare praticando un leggero esercizio fisico quotidiano ed imparando a tenere sempre una postura corretta. Con il procedere della gravidanza, il pancione costringe la mamma ad assumere posizioni non corrette. Così, anche stare semplicemente in piedi può diventare fastidioso.
Per diminuire il malessere della zona lombare è utile correggere la posizione del bacino: basta ruotarlo leggermente in avanti, stringendo i glutei e spingendo il pube verso l’alto per sentire la tensione che si scioglie. In questo modo, infatti, la schiena resta dritta ed il peso dell’addome non è più sostenuto soltanto dai muscoli lombari ma anche da quelli addominali. Da evitare le posizioni fisse:  stare per molte ore di fila in piedi o seduta ad una scrivania, per esempio, può causare forte tensione muscolare e gonfiore agli arti inferiori, perché tutto il peso grava sugli stessi muscoli ed altre condizioni.

Per prevenire, o almeno alleviare, questi problemi è sufficiente sgranchirsi ogni 15 – 20 minuti, alzandosi, sedendosi, facendo qualche passo.
Chi cammina molto, invece, deve far attenzione a come appoggia i piedi terra: ruotandoli verso l’esterno, infatti, si accentua la tensione sulla regione lombare e sulle ginocchia, provocando possibili indolenzimenti.
Gli esperti concordano: fare regolare attività fisica è una buona abitudine, che diventa ancora più importante in gravidanza. Se i muscoli sono bene allenati, infatti, offrono un sostegno migliore al pancione ed alleviano eventuali dolori alla schiena.

Per il corpo e per la mente:  il movimento provoca  nel nostro organismo una maggiore produzione di endorfine, ormoni che, una volta in circolo, regalano una sensazione di benessere alla futura mamma ed al suo bambino.
Per ottenere questo risultato non è necessaria un’attività fisica intensa: l’attività fisica non deve risultare faticosa o dolorosa, ma piuttosto regalare una piacevole sensazione di rilassamento.
Un corso di attività motorie pre-parto, già dall’inizio del secondo trimestre, è la scelta migliore: la futura mamma potrà così sperimentare alcuni semplici esercizi che la aiuteranno a sciogliere le tensioni muscolari accumulate nell’arco della giornata. Prima di iniziare qualsiasi attività, è comunque opportuno confrontarsi con il proprio medico.

Negli esercizi di rilassamento è importante che i movimenti siano lenti – rotazioni del collo, delle spalle, del bacino; streching dei muscoli del dorso, ‘rotolamento’ della colonna in modo da portare, vertebra dopo vertebra, la testa all’altezza della pancia con le braccia penzoloni.
Questi sono alcuni degli esercizi più indicati per sciogliere le tensioni. Inspirare dal naso ed espirare lentamente dalla bocca con un ritmo regolare permette di eseguire i movimenti o mantenere le posizioni con più facilità.
Un po’ di ansia e qualche apprensione per il parto e per la salute del bambino sono sentimenti comuni in gravidanza: imparare  a rilassare la mente insieme al corpo, quindi, è fondamentale per migliorare il benessere generale della futura mamma.

Il relax mentale, come quello fisico, comincia dalla corretta respirazione, profonda e ritmica, accompagnata da esercizi di visualizzazione positiva.
Immaginare il bambino al sicuro e tranquillo nel proprio ventre, ascoltarne i movimenti, concentrarsi su di lui, sono esercizi che tranquillizzano la futura mamma e favoriscono un futuro contatto ancora più profondo con il nascituro.
Una posizione favorevole, adatta per tutti i nove mesi e da ereditare anche dopo il parto, è sdraiarsi su un fianco con un ginocchio piegato ed un cuscino tra le gambe.
La cosa migliore che una futura mamma possa fare (per sè stessa e per il suo bambino) è regalarsi tanti brevi momenti di relax nell’arco della giornata: prendersi un attimo di tempo, ovunque si trovi, fare un bel respiro e immaginare qualcosa di piacevole come un paesaggio, una giornata di sole, il piccolo.
Basta poco per migliorare il proprio stato d’animo e far scivolare via, gradevolmente, tutte le tensioni.