sos bimbiL’app nasce dalla volontà di fornire uno strumento in più ai genitori che ne sentono la necessità.

Con la doverosa premessa che un’applicazione non può sostituire il medico pediatra, “SOS Bimbi” può essere comunqueun valido assistente in caso di bisogno.

L’interfaccia si presenta con una lista di sezioni da poter consultare a seconda dell’esigenza: “PRONTO SOCCORSO” presenta delle schede per il primo soccorso pediatrico, per esempio colpi di sole, traumi, presenza di corpi estranei nelle vie aeree, ecc. Scegliendo una di queste, ci verrà proposta una scheda con le indicazioni da seguire per fronteggiare l’emergenza.
Con la seconda sezione, “DISTURBI COMUNI” si esce dall’emergenza pediatrica per consultare schede informative inerenti a disturbi non da pronto soccorso, come ad esempio coliche, stipsi e mal di denti.
Molto interessante anche la sezione “MINIGUIDA”, dove i genitori più attenti troveranno delle informazioni utili su come leggere le etichette dei prodotti per bambini di uso comune, come salviettine umidificate, creme, solari, dentifrici, ecc.

In questo modo si vuole dare un aiuto a destreggiarsi tra tutto ciò che il mercato offre, con la consapevolezza di usare un prodotto sicuro per il proprio bambino.
L’app presenta anche una sezione gustosa. SOS Bimbi, infatti, presenta la sezione “RICETTE”: qui i genitori potranno trovare consigli e idee su cosa far mangiare ai loro piccoli.
Si è pensato anche alle neo mamme che si pongono mille domande su “ALLATTAMENTO E SVEZZAMENTO”. Una pediatra specializzata spiegherà attraverso questa sezione dedicata all’argomento cosa fare e come fare, per il bene sia della mamma che del neonato.

Infine, una sezione di grande prestigio per l’applicazione Parole di Lulù è quella dedicata ai “VACCINI”, redatta interamente dal professor Villani, attuale presidente della SIP (Società Italiana di Pediatria). Al suo interno, in maniera professionale e oggettiva, verrà spiegato da uno dei migliori medici del settore cosa fare e perché farlo.
“SOS BIMBI” aiuterà anche i genitori più confusi che non sanno ben comprendere in base ai sintomi cosa abbia il bimbo.

Sarà infatti sufficiente inserire delle parole chiave per vedere apparire sul display del loro smartphone la o le malattie che potrebbero corrispondere ai parametri inseriti, e da lì in avanti affinare la ricerca.
Non poteva inoltre mancare la GEOLOCALIZZAZIONE dell’App, che consentirà di trovare la farmacia o l’ospedale più vicino.

Tutte le informazioni presenti sull’App sono state redatte da medici pediatri dell’ospedale pediatrico “Bambin Gesù”, del “Policlinico Agostino Gemelli” di Roma e dell’ospedale “U.O.” di Pediatria di Modica, provincia di Ragusa.
Tutte le schede sono state supervisionate dalla SIP (Società Italiana di Pediatria). Per dare il giusto appeal alle informazioni, una blogger di settore, Maria Rita Corda, ha reso appetibili e semplici alcuni contenuti. E infine, la chef Caterina De Biase ci ha regalato alcune delle sue ricette studiate per i più piccini e già gustate dai bimbi del Giardino di Lulù.

L’applicazione “SOS BIMBI” di Parole di Lulù è gratuita ed è disponibile per i dispositivi Android e iOS nei rispettivi store.
Parole di Lulù Onlus ha collaborato con A-Tono Onlus per lo sviluppo tecnologico dell’applicazione.