“Se vi è una magia su questo pianeta è contenuta nell’acqua” (Loren Eiseley)

Niente di più vero! L’acqua è l’elemento dove nasce e si sviluppa la vita e senza cui non potrebbe continuare.

E la magia ha inizio lì, in quei famosi nove mesi che passiamo immersi nel liquido amniotico e che ci regalano un legame indissolubile con l’acqua.

La prima immagine che mi viene in mente leggendo questa frase è proprio quella di un neonato in acqua: la naturalezza dei suoi movimenti, l’assoluta confidenza con questo ambiente, la serenità del contatto con questo elemento in cui ancor prima di nascere ha esercitato i suoi sensi e sperimentato i primi movimenti.
Sull’onda di questo affascinante legame tra bebè e acqua nelle piscine ultimamente è diventata molto popolare e molto richiesta l’acquaticità neonatale, cioè quell’attività in acqua dedicata ai bimbi da 3 mesi a 3 anni accompagnati dai loro genitori nonché mia grande passione e cardine della mia professione.
Parliamo di un percorso unico ed emozionante in cui i neonati, accompagnati da mamma e papà e sotto la guida esperta dell’istruttore, riscoprono il piacere di stare in acqua e sviluppano la propria autonomia.
I benefici che ne derivano sono molteplici: prima di tutto è l’occasione per vivere un rapporto privilegiato con il proprio bimbo e rafforzare la propria unione in una dimensione totalmente differente da quella abituale.

L’attività in acqua inoltre soddisfa le fondamentali esigenze del piccolo: l’aspetto ludico, la socializzazione e lo sviluppo psicofisico. Potrà giocare in libertà, sperimentare sensazioni nuove, sviluppare coordinazione ed equilibrio, scoprire nuovi schemi motori grazie ai giochi proposti dall’istruttore, il tutto al sicuro tra le braccia di mamma e papà.
Comunque mantenere la familiarità e un legame stretto con questo elemento è importante a tutte le età perché l’acqua è:
DIVERTIMENTO: pensiamo a tutte le attività per grandi e piccini: dall’acquagym alla pallanuoto, dal surf ai tuffi, dal kayak al nuoto sincronizzato o ancor più semplicemente a una giornata in un parco acquatico o a un bambino che salta dentro una pozzanghera.
RILASSAMENTO: cosa vi viene in mente di più distensivo di una vasca idromassaggio o di un percorso termale?
BENESSERE: i medici prescrivono da sempre il nuoto perché è uno sport completo adatto a tutti, a qualsiasi età che ci aiuta a mantenerci in forma e in salute.

E non dimentichiamoci la regola degli 8 bicchieri: secondo la quale bere questa quantità giornaliera di acqua naturale assicura al corpo e alla mente l’idratazione necessaria per star bene.
Dunque… acqua, acqua, sempre e solo acqua. Questa la chiave del nostro benessere fisico e mentale.

Alessandra Caimi
(dal blog di Sonia Stanzione • mammasorriso)