massaggio infantileIl massaggio del bambino è un’antica tradizione, presente nelle culture di molti paesi che recentemente è stata riscoperta e si sta espandendo anche nel mondo occidentale.
L’evidenza clinica e recenti ricerche hanno inoltre confermato l’effetto positivo del massaggio sullo sviluppo e sulla maturazione del bambino a diversi livelli; inoltre grazie all’attivazione di alcuni ormoni durante il suo svolgimento, il massaggio determina uno stato di benessere anche in chi lo offre e non soltanto in chi lo riceve.
Con il massaggio è possibile accompagnare, proteggere e stimolare la crescita e la salute del bambino.
Può rivelarsi infatti un buon sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia e può prevenire o dare sollievo al disagio provocato dalle coliche gassose.
Il massaggio non è una tecnica, è un modo di stare con il bambino, che favorisce il legame di attaccamento e rafforza la relazione genitore-bambino.
E’ un mezzo privilegiato per comunicare ed essere in contatto con il proprio bambino, che nutre e sostiene, nell’arte di essere genitori.

Storia  dell’associazione
Vimala McClure, americana del Colorado, insegnante di yoga, è la fondatrice dell’Associazione nonché la persona che ha operato per la diffusione del massaggio infantile in occidente.
Dopo un’esperienza  di  lavoro  in un orfanotrofio in India, durante la quale ha condiviso le tradizioni locali e appreso le modalità di massaggio del bambino tradizionale indiano, ha deciso di studiare ed approfondire i benefici di tale pratica.
Nel 1981 ha fondato l’I.A.I.M. – International Association of Infant Massage, creata con l’obiettivo di diffondere in tutto il mondo il massaggio infantile, attraverso un programma che rispetti i bambini e  sostenga la relazione genitori-bambini.
L’Associazione Italiana Massaggio Infantile (A.I.M.I.), è un Associazione Scientifica Tecnico Professionale, fondata a Genova nel 1989 da Benedetta Costa, fisioterapista pediatrica, con lo scopo di diffondere la pratica del massaggio del bambino per i benefici che esso apporta nello sviluppo armonico dell’essere umano.
A tal fine l’Associazione cura, promuove e partecipa ad eventi a carattere informativo e di divulgazione scientifica, ed organizza corsi di formazione per operatori su tutto il territorio nazionale.

Obiettivi  di  miglioramento
La pratica del massaggio produce una serie di benefici, che si riflettono sulla qualità della vita, sia del bambino che dei suoi genitori, tra i quali:
Rilassamento
Favorisce uno stato di benessere, è un’esperienza di profondo contatto affettivo tra genitore e bambino e in questo modo favorisce il rilassamento di entrambi.
Aiuta il bambino a superare gli stress provenienti dalle situazioni nuove che deve affrontare, sciogliendo le tensioni toniche e i piccoli malesseri.
Stimolazione
Principalmente viene stimolato il tatto come organo di senso, ma il suo effetto stimola anche:
– l’apparato respiratorio: favorendo l’assunzione e l’utilizzo di O2 ed eliminazione di CO2;
– l’apparato cardiocircolatorio: favorendo la perfusione periferica e aiutando a mitigare le fluttuazioni dei livelli di ossigeno.
L’apparato gastro-intestinale:  il massaggio in senso orario aiuta la peristalsi e l’evacuazione di aria e feci, inoltre un buon contatto favorisce anche una migliore digestione e assimilazione del cibo che incrementano la crescita del neonato.
Il sistema immunitario: la stimolazione cutanea nella prima infanzia esercita un’influenza benefica sul sistema immunitario, con importanti conseguenze sulla resistenza alle infezioni e alle malattie.
Il sistema linfatico: favorendo il ritorno della linfa e quindi una migliore nutrizione delle cellule, garantisce una più veloce eliminazione delle tossine.
Il sistema neuro-ormonale: il contatto madre-bambino abbassa i livelli di ACTH nel sangue e riduce lo stress, favorisce la produzione di ormoni quali ossitocina e prolattina, essenziali per la sopravvivenza del neonato e per rinforzare l’attitudine del prendersi cura nell’adulto.
Sollievo
Il massaggio all’addome allevia il dolore provocato dalle coliche gassose, tonificando il tratto digestivo e aiutando ad eliminare aria e feci.
Il massaggio del viso allevia la tensione durante il periodo della dentizione, e/o aiuta a scaricare il naso dal muco durante il raffreddore.
Un importante momento di sollievo si ha quando attraverso il massaggio il bambino può dar sfogo ad una tensione emotiva, magari con un bel pianto o attraverso una energica attività motoria per poi addormentarsi tranquillo.
Interazione e Attaccamento
Questa è una parte molto importante, infatti l’Insegnante di Massaggio, non massaggia mai i bambini direttamente, ma insegna ai genitori come massaggiare i propri figli.
Attraverso il massaggio infatti si facilita il processo del bonding e un modello di attaccamento sicuro.
Nel caso della relazione genitori/bambino, la creazione del legame è una questione di interazione reciproca, in cui ogni partner ha un ruolo nel facilitare la relazione, è un processo in divenire che cresce anche grazie al contatto fisico prolungato e allo scambio tonico-emozionale. è proprio in questa ottica che viene proposto il massaggio, come uno strumento che nutre e sostiene nell’arte di essere genitori.

Le M ani della mamma e del papà

A iutano
S timolano
S fiorano
A vvolgono
G iocanoG uidano
I nsegnano
O dorano di buono…