La musicoterapia vocale

Un’équipe di neurologi ha verificato e pubblicato sulla rivista dell’Accademia Americana delle Scienze “PNAS” che il trattamento dei disturbi del linguaggio con la musicoterapia vocale in particolare e la pratica strumentale più in generale, potenzia meccanismi neurali importanti per lo sviluppo delle capacità verbali, poiché modifica alcune funzioni cerebrali migliorando le performance in diversi campi cognitivi. E’ emerso, infatti che è la stessa regione del cervello che fornisce un percorso comune all’elaborazione di stimoli musicali e linguistici. Nei bambini con disturbi di apprendimento nella sfera linguistica si sviluppa spesso una sorta di ansia per via di un “caos psicotico”...

Leggi tutto…

E’ possibile parlare di sessualità con i nostri figli?

Educhiamo i nostri figli alla scoperta del proprio corpo   Qual è l’età giusta per parlare di sessualità? Come faccio a parlarne con mio figlio? Se ne parlo lo posso turbare? Sono domande che ogni genitore si pone. L’ adulto rimane imbarazzato dimenticando che i figli crescono e che sono sessuati fin dal primo momento del concepimento (Master e Johnson). Da anni ascolto i bambini/adolescenti (b/ad ) e nel loro raccontarsi riferiscono che i genitori non parlano con loro di sessualità perchè hanno vergogna e provano disagio, credono che sono ancora piccoli e immaturi. Dunque i genitori preferiscono il...

Leggi tutto…

Onicofagia: la “mania” di rosicchiare le dita

E’ un’abitudine nociva molto diffusa, soprattutto tra gli adolescenti tra i 10 e i 18 anni. L’onicofagia può anche protrarsi fino all’età adulta. Questo “vizio” rappresenta un sintomo di disagio interiore e familiare, che può ad esempio essere dovuto a gelosia e rivalità tra fratelli – come nel caso di una nascita che sembra catalizzare le cure dei genitori – oppure può derivare da situazioni più gravi come conflitti fra i genitori a cui il bambino è costretto ad assistere suo malgrado. Mangiare le unghie diventa pertanto un grido d’aiuto soffocato, un messaggio in codice che il bambino invia...

Leggi tutto…

CARI GENITORI…

“Onora il figlio e la figlia” Era un po’ di tempo che volevo scrivervi per raccontare ciò che vedo ed ascolto. Don Oreste Benzi ha affermato che dopo il quarto comandamento “onora il padre e la madre”, c’è il quarto bis “onorare il figlio e la figlia”. Onorare significa rispettare ma anche dare “radici e ali” (proverbio canadese del Quebec). Radici per trarre l’energia necessaria,per vivere e per crescere, per essere stabili, forti e ben integrati nell’ambiente familiare. Ali per realizzare le proprie aspirazioni,per esplorare il futuro, per essere indipendenti. Per volare è necessario essere accettato, rispettato e amato...

Leggi tutto…

Ortoterapia per bambini

Fa bene anche ai “sani” Avere il pollice verde mette il bambino in contatto con la natura, con una stimolazione del suo senso di responsabilità, favorendo al contempo la socializzazione ed una attività motoria efficace. L’ortoterapia nasce negli anni cinquanta, negli Stati Uniti ad opera di Benjamin Rush, padre della psichiatria americana, che sfruttò questa meravigliosa esperienza per il trattamento di patologie mentali. Successivamente tale pratica è arrivata anche in Italia, e più precisamente a metà degli anni ’90. Nel nostro Paese, però, la figura dell’ortoterapista non è ancora riconosciuta e lavora in equipe con fisiatri, psichiatri, psicologi, neuropsichiatri...

Leggi tutto…

DSA: on line il Quaderno dell’Istituto Serafico di Assisi per riconoscerli

Disponibile e scaricabile gratuitamente dal sito dell’Istituto, il Quaderno nasce per diventare un valido aiuto a disposizione di famiglie e insegnanti utile a comprendere e identificare i segnali indicatori di possibili DSA e eventuali terapie di intervento per i più piccoli.     In talia, sono circa 187.000 i ragazzi affetti, a vario livello, da dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia, ovvero dai disturbi specifici dell’apprendimento, che si manifestano in età scolare e che si caratterizzano per una serie di difficoltà nell’acquisizione e utilizzo della lettura, della scrittura e del calcolo. Secondo l’Istituto Serafico di Assisi, centro accreditato dalla Regione Umbria...

Leggi tutto…

Lo YOGA un’antica disciplina per i bambini di oggi

L’Associazione Italiana Yoga per Bambini (A.I.Y.B.) nasce nel 2006 con l’obiettivo di diffondere la pratica dello Yoga tra i bambini ed i ragazzi nelle scuole, all’interno delle famiglie e nei centri Yoga. Si tratta di una nuova disciplina che instaura una relazione unica tra la mamma ed il suo bambino. Nello Yoga esistono, da un tempo indefinito, gli strumenti, le tecniche, le conoscenze e la filosofia che, trasmessi ai nostri bambini, possono aiutarli a crescere. Si tratta soltanto di comunicarglieli nella maniera giusta. AIYB è da anni direttamente impegnato nella formazione di educatori e docenti in scuole di diverso...

Leggi tutto…

W LA DISLESSIA!

“La dislessia è un disturbo specifico dell’apprendimento di origine neurobiologica, caratterizzato da difficoltà nella lettura, in un contesto in cui il livello scolastico globale e lo sviluppo intellettivo del soggetto sono nella norma”. W LA DISLESSIA! nasce proprio dall’esigenza di smentire questa concezione, apparentemente giusta, tipica di una società che vede una diversa modalità di apprendimento come un limite, un’incapacità o, peggio ancora, un problema. Di contro, l’obiettivo è quello di ribaltare questa visione affinché il riconoscimento di questa diversità e la sua valorizzazione possano condurre alla scoperta delle potenzialità della dislessia. Il metodo di W LA DISLESSIA! è...

Leggi tutto…

Siena Art Photo Travel Festival 2016

Dal 29 ottobre al 30 novembre Siena diventa la città della fotografia. Il Festival si aprirà con la premiazione del Siena International Photography Awards: 45 mila gli scatti in concorso da 127 paesi del mondo Per oltre 30 giorni: mostre, workshop, photo tour e seminari con fotografi internazionali Una finestra aperta sul mondo.   • 29 ottobre 2016: inaugurazione del Festival e premiazione della seconda edizione del Siena International Photography Awards: 45 mila immagini in gara da 127 Paesi • Sette mostre personali di grandi nomi della fotografia internazionale, da Melissa Farlow a Francesco Cito • Beyond the Lens:...

Leggi tutto…

Balbuzie: c’è una via di risoluzione?

Da sempre motivo di scherno nei confronti di chi ne soffre. Nei bambini può sviluppare sfiducia in sé e paura di parlare non solo in pubblico ma anche in famiglia o con gli amici. Per quanto se ne parli poco, di balbuzie sono affetti circa 70 milioni di persone nel mondo con un rapporto uomo/donna di 4 a 1. Nel 75% dei casi il disturbo insorge tra i 2 e i 4 anni e solo in rari casi può manifestarsi in età adulta a seguito di eventi neurologici. Il bimbo che balbetta è ben conscio delle sue difficoltà di...

Leggi tutto…

Ridiamo emozioni ai bambini

Realizzati presso la Chirurgia Pediatrica del San Matteo di Pavia la Sala d’attesa emozionale e il Tunnel magico Pavia. Venerdì 29 luglio 2016 presso il Reparto di Chirurgia Pediatrica del Policlinico San Matteo di Pavia è stata inaugurata la Sala d’attesa emozionale e il Tunnel Magico progettati dall’arch. Agostino Danilo Reale con la speciale collaborazione degli artisti e designer di fama internazionali Gaetano Pesce, Willow e Marco Lodola. La Sala d’attesa emozionale e il Tunnel Magico fanno parte del progetto Ridiamo emozioni ai bambini ideato dalla prof.ssa Gloria Pelizzo, Direttore della Struttura di Chirurgia Pediatrica. Il progetto, curato da...

Leggi tutto…

A Napoli l’asilo multilingue, l’asilo della gioia ispirato al modello finlandese.

Un nuovo modello educativo si è affacciato nell’orizzonte della formazione: la scuola multilingue per l’infanzia. Baby Vip aderisce a questo modello ed inaugura il progetto di fornire un modello culturale globale fin dalla primissima infanzia. La massima attenzione allo sviluppo fisico-cognitivo ed emozionale del bambino si muove in un orizzonte che si propone di gettare le basi per la fase di apprendimento che avverrà in età scolastica. Le attività che Baby Vip propone sono tante, vivaci e per tutti i gusti! Fra queste: educazione motoria-psicomotricità, musica in fasce (per i piccoli fino a 3 anni), gioco-ginnastica, yoga (da 3...

Leggi tutto…

Lo sviluppo del disegno infantile

Il disegno è di sicuro l’espressione più autentica e originale della personalità infantile, è un mezzo di comunicazione che, come il linguaggio, è capace di esprimere il livello di maturazione ma anche i problemi, i sentimenti, le emozioni ed i conflitti del bambino. I primi tentativi grafici dei bambini si hanno ai 18-20 mesi ed i segni della matita, gli  scarabocchi, sono caratterizzati dalla grande carica energetica che a questa età sovrasta di molto il limitato controllo motorio del bambino. Intorno ai 2 anni il bambino si accorge che c’è un rapporto tra i suoi movimenti e i segni...

Leggi tutto…

Il disegno, compagno dei nostri bimbi

Colori e matite possono aiutare nella crescita… Il disegno (attività grafica) è “lo specchio” dello sviluppo cognitivo, dello stato emotivo e dell’intenzionalità comunicativa del bambino. Entriamo nel dettaglio dell’argomento. Disegnare, prima ancora di essere una rappresentazione, è un’azione con la quale si lascia una traccia di sé sulla superficie bianca, è un’attività di movimento che rimane come testimonianza, segno o ricordo. Successivamente questa traccia, diventa una sorta di rappresentazione preschematica, chiamata “scarabocchio”. Durante il primo anno di età, il bambino sperimenta il piacere di lasciare tracce colorate sul foglio, dapprima casualmente e poi in modo intenzionale. In questa fase,...

Leggi tutto…

Bambini e bambine a confronto

Come districarsi nella gabbia degli stereotipi Bambine e bambini sono due universi con punti in comune e tante differenze. Possiamo certamente cogliere delle differenze di genere che, tendenzialmente, si rendono manifeste quasi sempre La letteratura a riguardo esplicita chiaramente come, già dai primi mesi di vita, i piccoli abbiano le idee chiare sulla differenza di genere e da un punto di vista sia comportamentale che sociale. Gli studi del dott. Parker fanno estrema chiarezza sul perché alcune differenze esistono e sono così marcate: i bambini giocano a palla, le bambine preferiscono le bambole. Vediamo perché ciò, tendenzialmente, avviene. I...

Leggi tutto…

Se non hai trovato quello che cerchi, puoi provare ancora:

Oppure puoi segnalarlo,
compilando il form a lato, grazie!

12 + 15 =

Sfoglia Baby Magazine

babymagazine 32

allattare gioie edolori

Salutare

salutare informazione sulla salute e benessere

Sostieni

Very Important Baby

invia la foto del Vib

Invia la foto del tuo Bambino

compila il form

Invia il tuo disegno

disegni

Dai spazio alla creatività.

Compila il form specificando i tuoi dati, indirizzo postale e mail e inserendo la foto del disegno del piccolo artista.

Ti Piace?

Seguici su Twitter