Una pazza giornata all’Aquafan e un’avventura per piccoli archeologi al Museo Egizio, il divertimento adrenalinico di Gardaland e un’immersione nell’universo sottomarino dell’Acquario di Genova.
10 idee firmate Musement per organizzare al meglio l’estate in famiglia.

musement

E’ finita la scuola! Finalmente c’è il tempo per passare delle giornate in famiglia tutti insieme. Per chi è in partenza o per chi rimane in città, in attesa delle vacanze, Musement, il servizio multi piattaforma di esperienze di viaggio in tutto il mondo, ha selezionato 10 attività “kids friendly” e divertenti anche per gli adulti in alcune delle più importanti città italiane.

1. Milano – Museo della scienza e della tecnologia: tutti sulla Luna
Esplorare lo spazio e scoprire di più sulle stelle. C’è tanto da fare anche in estate in una visita al Museo della Scienza di Milano, il più grande museo italiano dedicato allo sviluppo tecnologico con uno spazio espositivo di 50 mila metri quadrati. C’è persino l’unico frammento di roccia lunare esposto in Italia.
2. Milano – Percorsi creativi Hangar Bicocca: artisti per un giorno
Oltre alle mostre d’arte e alle installazioni dei grandi artisti, lo spazio Hangar Bicocca ospita un calendario di laboratori d’arte dedicati ai più piccoli. Da prenotare anche d’estate.
3. Roma – Colosseo per famiglie: tra i gladiatori e i leoni
Una visita interattiva di due ore per conoscere tutta la storia del più famoso monumento dell’antica Roma. Chi erano i gladiatori, come combattevano e quali bestie feroci dovevano affrontare.
4. Roma – Tour per famiglie dei Musei Vaticani e Cappella Sistina: con il naso all’insù
Due ore con il naso all’insù tra la Cappella Sistina e i Musei Vaticani. Una visita guidata pensata per tutta la famiglia. Una introduzione facile e divertente anche per i più piccoli alla grande arte italiana del Rinascimento e ai suoi artisti più famosi.
5. Genova – Acquario di Genova: dal fondo dei mare ai ghiacci
Dalle profondità marine, alle distese di ghiaccio e in volo tra le nuvole. A Genova si può vivere una giornata così, grazie all’offerta speciale che abbina in 24 ore la visita alle principali attrazioni della città. Con il biglietto combinato, da utilizzare entro il 31 luglio, si possono visitare, saltando la coda, l’Acquario di Genova, il Museo Nazionale dell’Antartide, la Biosfera e l’ascensore panoramico Bigo.
6. Firenze – Tour degli Uffizi per tutti: caccia al tesoro con i capolavori
Michelangelo, Leonardo, Tiziano, Piero Della Francesca. Grazie alla visita guidata interattiva con uno storico dell’arte e attraverso una caccia al tesoro, i bambini (e i genitori) visiteranno uno dei musei più famosi d’Italia andando alla ricerca di quadri e sculture tra i corridoi.
7. Verona – Gardaland e Sea Life Aquarium: delfini e montagne russe
Un giorno tra le attrazioni divertenti di Gardaland e le creature marine del Sea Life. Con il biglietto combinato si può evitare la fila e godersi la giornata o due giorni di visita nel magico mondo a pochi passi dal lago di Garda.
8. Torino – Family tour del Museo Egizio: come archeologi tra le mummie
Una visita guidata per conoscere meglio le piramidi, i riti e i segreti degli affascinanti faraoni e degli dei dell’Antico Egitto. Per sentirsi dei veri archeologi tra le sale del museo.
9. Rimini – Italia in miniatura
L’emozione di girare tutta l’Italia in poche ore, grazie alle riproduzioni in miniatura dei monumenti più famosi del nostro paese. Nel biglietto d’ingresso sono incluse anche le attrazioni originali come il Luna Park della Scienza.
10. Rimini – Aquafan: Splash e divertimento!

Non solo scivoli e piscine, ma anche concerti, discoteca e schiuma party. Si può acquistare un biglietto aperto per visitare il parco in 2 giorni a scelta.
Tutti gli eventi sono acquistabili su www.musement.com e alla pagina dedicata www.musement.com/it/estate-con-i-figli-c/

Musement
Musement è il compagno di viaggio e servizio di personal concierge digitale per attività turistiche e prenotazioni in tutto il mondo, ora disponibile in 450 città e 50 paesi. Il servizio è stato creato con l’idea di aiutare i viaggiatori a scoprire e prenotare esperienze da fare, ovunque vadano, dando loro accesso a un mondo di attività e facendoli sentire come nella propria città. Musement è disponibile in 8 lingue: Inglese, Italiano, Francese, Spagnolo, Tedesco, Portoghese, Russo e Olandese su www.musement.com, iOS e Android.

 

 

Geoparc Bletterbach, un’avventura a spasso nel tempo

bletterbach

Un canyon imponente e scenografico, non lontano da Bolzano, dove gli strati di roccia e i fossili raccontano 250 milioni di anni di storia del pianeta.
Perfetto da visitare in famiglia con il programma “Bletterbach fo kids”.

La gola del Bletterbach è un meraviglioso canyon – lungo 8 chilometri e profondo 400 metri – nei pressi del paese di Aldino, facilmente raggiungibile da Bolzano, risultato della disgregazione e dell’erosione degli elementi. Dall’ultima era glaciale, circa 15.000 anni fa, il torrente Bletterbach ha infatti scavato questa imponente forra. Dieci miliardi di tonnellate di detriti sono state erose e trasportate nella valle dell’Adige: il risultato è che ogni strato di questa montagna è venuto alla luce, trasformandola in una sorta di libro vivente della geologia dolomitica. Questo incredibile “taglio” nella montagna, tuttavia, non gode della fama planetaria di altre bellezze naturali di questa regione (come le Dolomiti, insieme alle quali è stato inserito nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO). È un luogo capace di regalare ai visitatori tante esperienze diverse: innanzitutto è un viaggio straordinario tra le ere geologiche – dal Permiano al Triassico, proprio il periodo in cui comparvero i primi dinosauri – affascinante e coinvolgente. Ma è anche avventura, grazie ai sentieri che permettono di esplorarlo a piedi. Infine è arricchimento culturale: merito dei numerosi laboratori didattici che vengono organizzati e, soprattutto, del Geoparc Bletterbach, che comprende anche il Museo Geologico di Redagno. Perfetto dunque per una vacanza insieme ai bambini, ma l’ideale anche per tutti coloro che vogliono fare un’escursione in uno scenario unico.

“Bletterbach for kids”, una meravigliosa esperienza estiva per tutti i bambini
Non serve essere esperti camminatori per visitare il Geoparc Bletterbach: anzi, il percorso geologico – dal paese di Aldino, il punto di partenza è il Centro Visitatori Geoparc Bletterbach, mentre da Redagno si parte dal Museo Geologico – è l’ideale per una gita in famiglia, in più le tavole informative (16 in tutto) presenti lungo il sentiero permettono di raccogliere tante nozioni sul canyon, sui reperti fossili, ma anche sulle gallerie costruite dai minatori o sulle varie leggende locali.
Per i giovanissimi (di età compresa tra i 6 e i 12 anni) non c’è luogo più indicato della gola del Bletterbach per vivere una meravigliosa e istruttiva avventura a spasso nel tempo. Acqua, pietra e terra, il mondo affascinante delle leggende, i lavoretti manuali con materiali naturali e le attività con il bosco e con gli animali sono i temi principali dell’articolato programma “Bletterbach for kids“, organizzato per l’estate del 2017: si svolgerà ogni mercoledì di luglio e agosto, con ritrovo alle ore 10.00 al Centro Visitatori di Aldino.
Il costo degli incontri (partecipazione minima di 5 bambini, durata non superiore a 3-4 ore) è fissato in 7 euro a bambino. Possibilità di iscriversi fino alle 17 del giorno precedente presso il centro visitatori di Aldino e anche on line (www.bletterbach.info/it/geo-escursioni/escursioni-in-famiglia/).
I genitori e gli accompagnatori hanno la possibilità di partecipare a un’escursione guidata nella gola del Bletterbach alle ore 10.30.

Ingresso al Geoparc Bletterbach:
Il biglietto (6 euro) autorizza all’entrata nel canyon del Bletterbach, all’esposizione del Centro Visitatori e al Museo GEOlogico di Redagno. Per l’escursione nella forra viene fornito il casco obbligatorio. Ingresso libero per bambini e ragazzi fino a 14 anni, se accompagnati dalla famiglia o da almeno un adulto pagante.
Orari di apertura Centro Visitatori GEOPARC Bletterbach e del Museo GEOlogico di Redagno: fino al 31 ottobre, tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.00.
Per maggiori informazioni, anche sulle visite guidate e sui percorsi escursionistici:

www.bletterbach.info o presso il Centro Visitatori GEOPARC Bletterbach, Aldino, info@bletterbach.info, tel. 0471/886946

 

Giochi, laboratori e gite in mare: le attività per bimbi e famiglie alla IV edizione del FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE
Camogli, 7-10 settembre 2017

festival comunicazione camogli17

Con un ricco programma per tutte le fasce d’età, torna uno degli appuntamenti culturali più importanti e apprezzati in Italia: il Festival della Comunicazione, a Camogli da giovedì 7 a domenica 10 settembre www.festivalcomunicazione.it. La manifestazione, giunta alla quarta edizione, diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, è stata ideata con Umberto Eco ed è organizzata dal Comune di Camogli e da FRAME.
Le Connessioni è il tema del 2017 che, per quattro giornate, è approfondito in più di 100 appuntamenti fra incontri, laboratori, spettacoli, mostre, tutti gratuiti, da oltre 130 esperti e studiosi di diverse generazioni e provenienti da molteplici ambiti del sapere come gli scrittori Stefano Massini e Alessandro Piperno; gli storici Alessandro Barbero ed Ernesto Galli della Loggia; il divulgatore scientifico Piero Angela; lo psichiatra Paolo Crepet; i giornalisti Mario Calabresi, Aldo Cazzullo, Massimo Gramellini Gad Lerner e Beppe Severgnini; l’autore televisivo Carlo Freccero; il politologo Evgeny Morozov; il presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso; Monica Maggioni, presidente della Rai; Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione; il regista Pif; gli attori Claudio Bisio, Nicoletta Braschi e Giulia Lazzarini; lo stilista Brunello Cucinelli; lo youtuber Daniele Doesn’t Matter e moltissimi altri ancora.

A bambini e ragazzi sono dedicati quest’anno dieci laboratori, che spaziano dalla scienza alla storia, dalla tecnologia all’ambiente:
Gare multimediali per sfidarsi all’ultimo esercizio! (6-11 anni)
Quando la tradizione e la tecnologia si uniscono sono in grado di creare risultati sorprendenti: ne è la prova l’entusiasmo dei piccoli giocatori. Così nascono il “Gioco dell’Oca Conterina”, per divertirsi con la matematica, e il “Gioco dell’Oca Letterina”, per giocare con l’italiano. Imparare significa anche divertirsi a sfidarsi all’ultimo esercizio, con il progetto MyEdu di FME Education. In collaborazione con FME Education – MyEdu.

Biodiversamente: gli ambienti marini (8-13 anni)
I partecipanti affrontano alcune prove – il “Gioco dell’isola”, il “Tappetone della biodiversità” e il “Twister dei mestieri del mare” – per sviluppare un comportamento responsabile nei confronti dell’ambiente marino. In collaborazione con l’Acquario di Genova Costa Edutainment.

Sei in rete? Mangiato (6-10 anni)
Gli esseri viventi sono strettamente connessi gli uni con gli altri attraverso le relazioni trofiche, cioè quelle che riguardano la nutrizione. Seguendo il “filo” dell’energia che passa da un livello trofico al successivo, dai produttori ai consumatori, i bambini costruiscono due grandi reti alimentari di chi mangia cosa nel Parco e nell’Area Marina Protetta di Portofino. In collaborazione con la Cooperativa Dafne.

Viaggio (subacqueo) di un naturalista intorno al mondo (6-14 anni)
Un racconto dal profondo delle acque marine: dai mari tropicali a quelli temperati fino alle acque polari. In collaborazione con l’Università di Genova.

Meccatronica divertente (6-12 anni)
Con l’ausilio di dimostrazioni pratiche, questa attività si propone di spiegare a bambini e ragazzi cosa sono la meccatronica, l’elettronica e la robotica. In collaborazione con l’Università di Genova.

Storie di scritture antiche (10-14 anni)
Il laboratorio propone ai ragazzi alcuni dei documenti scritti più antichi del mondo, che poi loro dovranno provare a decifrare. In collaborazione con l’Università di Genova.

Coderdojo (7-14 anni)
Per imparare a programmare videogiochi attraverso l’impiego della piattaforma Scratch. In collaborazione con il Talent Garden di Genova.

Hello robot (7-12 anni)
Utilizzando i Kit Lego WeDo, i piccoli hanno l’opportunità di progettare robot di personaggi della Pixar in grado di compiere azioni comandate. In collaborazione con il Talent Garden di Genova e la Scuola di Robotica di Genova.

Universitari per un giorno (16-19 anni)
Attività di orientamento dedicata agli studenti delle ultime classi delle scuole superiori che intendono proseguire la propria formazione iscrivendosi all’Università: strumenti per la scelta, presentazione ragionata dei vari corsi, test di accesso, chiarimenti sui servizi offerti dall’Università, fra cui il servizio di ascolto e consulenza orientativa. Con personale e studenti tutor dell’Università di Genova. In collaborazione con l’Università di Genova.

Porte aperte ai genitori
Un laboratorio per imparare come sostenere in modo efficace i propri ragazzi nella scelta della facoltà. Strumenti e tecniche. In collaborazione con l’Università di Genova.

Inoltre, appuntamenti pensati per tutte le famiglie sono le escursioni alla scoperta del patrimonio dell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino e del Monte di Portofino. Oltre all’apprezzatissima gita in mare aperto per avvistare balene e delfini e per conoscere la vita subacquea dell’Area Marina Protetta (“Whale watching”) e all’uscita notturna in battello per osservare il cielo stellato e scoprire l’origine mitologica di costellazioni e pianeti (“Il cielo stellato sopra di me” con Giacomo Montanari dell’Università di Genova e Walter Riva, direttore dell’Osservatorio Astronomico del Righi di Genova), novità del 2017 è la visita del promontorio di Portofino nell’escursione pomeridiana “Navigando il promontorio di Portofino”. Ad accompagnare i partecipanti in un viaggio in battello attraverso la storia e la geologia di una delle zone protette più belle d’Italia è Mario Peccerini, direttore artistico del Teatro Stabile “San Giuseppe”. In collaborazione con i Battellieri Golfo Paradiso e l’Ente Parco di Portofino.
Tutte le gite in mare sono su prenotazione www.festivalcomunicazione.it

Il Festival della Comunicazione è realizzato in collaborazione con: il Teatro Sociale di Camogli; l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova; l’Ente Parco di Portofino; l’Area Marina Protetta di Portofino; il Talent Garden di Genova; l’Università degli Studi di Genova; il M.U.S.T. dell’Università degli Studi di Pavia; la Scuola Holden; il Gruppo Mauri Spagnol; FME Education.

Tutte le iniziative del festival sono gratuite e aperte al pubblico fino a esaurimento posti.

Informazioni:
www.festivalcomunicazione.it
Facebook: @FestivalComunicazione – Twitter: @FestivalCom
Instagram: festivalcomunicazione – Canale Youtube: Festival della Comunicazione, Camogli

 

Festival della Mente
XIV edizione – Sarzana, 1-3 settembre 2017

festival mente sarzana17

 

La quattordicesima edizione del Festival della Mente, il primo festival in Europa dedicato alla creatività e alla nascita delle idee, si svolge a Sarzana dal 1 al 3 settembre con la direzione di Benedetta Marietti e la consulenza scientifica di Gustavo Pietropolli Charmet. Il festival è promosso dalla Fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana (www.festivaldellamente.it).
Tre giornate con 65 relatori italiani e internazionali e 41 appuntamenti tra incontri, workshop, spettacoli e momenti di approfondimento culturale, che trasformano la cittadina ligure in un palcoscenico della creatività. Filo conduttore di questa edizione, sul quale si confronteranno scienziati, filosofi, scrittori, storici, artisti, psicoanalisti, designer, antropologi, è la rete. Il tema sarà analizzato da diversi punti di vista e attraverso ambiti e discipline differenti, per consentire al pubblico di approfondire i temi più attuali della contemporaneità, sempre con un linguaggio chiaro e accessibile a tutti.
La sezione per bambini e ragazzi curata da Francesca Gianfranchi, un vero e proprio festival nel festival con 31 protagonisti e 22 eventi (45 con le repliche), è realizzata con il contributo di Crédit Agricole Carispezia.

Più di 500 sono i giovani, appassionati di cultura, che portano il loro contributo al festival come volontari – molti dei quali coinvolti in un percorso di alternanza scuola lavoro – e che da sempre ne decretano il successo con il loro impegno ed entusiasmo.
Il Festival della Mente si riconferma palcoscenico di grandi anteprime: in prima mondiale a Sarzana il “concerto per pianoforte e violino” del compositore e pianista inglese Michael Nyman, rappresentante del minimalismo musicale, e della giovane violinista italo-rumena Anna Tifu.
In anteprima anche lo spettacolo “L’incanto. Dalla Val Grande ai ghiacci polari” dello scrittore Marco Albino Ferrari, accompagnato dal chitarrista Denis Biason, che ricostruisce con suoni, parole e immagini una storia dimenticata, quella dell’esploratore piemontese Giacomo Bove, i cui viaggi ispirarono le storie di Emilio Salgari.
Massimo Recalcati porta in anteprima a Sarzana la prima tappa dello spettacolo “Il segreto del figlio”: un figlio è un’esistenza unica, distinta da quella dei genitori. Contro ogni autoritarismo, Recalcati, accompagnato dalle letture dell’attrice Federica Fracassi e da un coro di voci bianche, afferma il diritto del figlio a custodire il segreto della sua vita e del suo desiderio.
“Tandem” è lo spettacolo di due artisti e amici di lunga data: il trombettista Fabrizio Bosso e il pianista Julian Oliver Mazzariello, che alternano a famose canzoni della musica internazionale i loro brani originali.
“Gorla fermata Gorla”: la tragica vicenda della scuola Francesco Crispi di Gorla, colpita durante la Seconda Guerra Mondiale da una bomba che uccise 184 bambini, è raccontata dall’emozionante voce dell’attrice Giulia Lazzarini insieme a due giovani attori, Federica Fabiani e Matthieu Pastore.
“Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi” è un film sulla vita della leader del movimento per la democrazia in Birmania, Premio Nobel per la Pace nel 1991, e oggi alla guida di una Birmania libera. Dopo la proiezione, in programma un incontro con il regista Marco Martinelli e l’attrice protagonista del film, Ermanna Montanari.
Spazio anche ai più giovani, che diventano protagonisti di una sfida a colpi di creatività. Salgono sul ring due squadre del liceo Parentucelli di Sarzana, accompagnate ciascuna da un coach, per misurarsi in una gara di scrittura in tre round. Dal Centro Formazione Supereroi i due coach-scrittori che guidano le squadre, Francesco Gungui e Leonardo Patrignani, e l’arbitro-editor Edoardo Brugnatelli.

Biglietti: € 3,50 incontri per adulti e bambini (gratuita la lezione inaugurale); € 7,00 spettacoli e approfonditaMente (lezioni-laboratorio della durata di circa 120 minuti).
Informazioni e prevendite (dal 14 luglio): www.festivaldellamente.it